martedý, 27 giugno 2017 21:06
Advertisement
Home Page arrow Notizie ed Eventi arrow SPORT...IN CALABRIA

Menu principale
Home Page
Chi Siamo / Who we are
L'Associazione
Calabria Mondo
Redazione
Per contattarci e per associarsi
Editoriali
Dalla Calabria
Dall'Italia
Dal Mondo
Donne di Calabria
L'Unaie
Blog
Notizie ed Eventi
Consulenza legale
Paesi e bellezze di Calabria
UniversitÓ e ricerca
Indirizzi utili
Ricerca
Amministratore
SPORT...IN CALABRIA PDF Stampa E-mail
Scritto da Ivan Pugliese   
lunedý, 16 aprile 2007 20:58

Parola fine alla favola Callipo. Reggina: pari “annunciato” a Livorno. Cosenza travolgente. Male le calabresi di C2.

Nella 32° giornata del campionato di serie A la Reggina conquista un punto sul campo del Livorno in una sfida con tanti ex. Finisce 1-1 con un botta e risposta tra bomber (sedicesimo gol per entrambi) intorno alla mezzora del primo tempo: apre Cristiano Lucarelli con uno splendido diagonale, pareggia Bianchi con una prepotente azione personale. Secondo tempo soporifero: le due squadre tirano i remi in barca e il pubblico di Livorno s’infuria. Gli amaranto restano un punto sopra al Parma, fermato dal Catania, e rosicchiano una lunghezza al Chievo, battuto dall’Udinese nell’anticipo. Mercoledì, nel turno infrasettimanale, derby da brividi al “Granillo” contro il Messina.
In serie B, il Crotone pareggia 0-0 in casa col Brescia frenando l’emorragia di punti. Soviero, con una serie di parate decisive, salva per una volta i rosso-blu che colpiscono una traversa con Cariello. I ragazzi di Carboni rimangono al terzultimo posto, a 3 punti dal Modena che travolge 4-0 e risucchia lo Spezia. Rischia anche il Bari che martedì, nel turno infrasettimanale, ospiterà proprio il Crotone.
In C2, a 5 giornate dalla fine, domenica da dimenticare per le calabresi. La Vigor Lamezia esce battuta di misura (1-0) dallo scontro diretto di Potenza. Al “Viviani” un gol di Nolé al 28’ stende i bianco-verdi (espulso Petrassi a metà ripresa) che conservano il quarto posto (ma in comproprietà con Monopoli e Val di Sangro) e continuano l’inseguimento ai play-off. Rincorsa abbandonata, invece, dal Catanzaro, fermato 0-0 in trasferta dall’Igea Virtus e tradito dal bomber Bueno che fallisce occasioni a ripetizione, l’ultima clamorosa a tempo scaduto. I 5 punti di distacco sembrano ormai irrecuperabili. In coda il Rende rimonta (2-2) il Real Marcianise, in vantaggio con un micidiale uno-due di Galizia e Della Ventura alla mezzora del primo tempo. I ragazzi di Giugno pareggiano grazie ai gol di Occhiuzzi al 45’ e di Galantucci al 57’, ma ritrovano la coda della classifica, agganciati dalla Pro Vasto. Sconfitta casalinga, invece, per la Vibonese, battuta 2-1 dal Gela. In vantaggio dopo un quarto d’ora con D’Amblé i rosso-blu si fanno rimontare nella ripresa da Cirillo e Grando. La squadra di mister Di Somma viene raggiunta dall’Igea, ma mantiene 3 punti sulla zona play-out e sul Celano che domenica sarà ospite del Rende al “Lorenzon”. In programma anche Catanzaro-Benevento, Vigor Lamezia-Melfi e Real Marcianise-Vibonese.
In serie D, dopo il riposo pasquale, ricomincia col botto il Cosenza che, pur con molte assenze, abbatte 5-1 il Pomigliano grazie ai gol di Prete, Orlando (doppietta), Bennardo e Sanso dopo il vantaggio campano firmato su rigore da Baratto. I lupi salgono al quarto posto superando il Ragusa (battuto dal Savoia) e il Castrovillari, raggiunto in casa in extremis dal Sapri sull’1-1. I ragazzi di Mister Perrone, in stato di agitazione per la precaria situazione economica della società, vanno in vantaggio con Tuoto a metà ripresa ma si fanno acciuffare da Di Benedetto a due minuti dal 90’. In coda, successo forse tardivo per la Rossanese che batte di misura l’Acicatena grazie a un calcio piazzato da 40 metri di Di Urso. Ennesima sconfitta e retrocessione matematica per la Paolana, superata anche a Siracusa per 2-0. Nel prossimo turno si giocheranno Angri-Cosenza, Ragusa-Castrovillari, Pomigliano-Rossanese e Paolana-Savoia.
Finisce l’avventura in serie A1 della Tonno Callipo Vibo Valentia, orgoglio di una regione negli ultimi tre anni durante i quali ha raggiunto e perso anche una finale di Coppa Italia contro Treviso. La vittoria di mercoledì per 3-1 sulla Lube Macerata è stata vanificata dal miracoloso successo di Padova sulla capolista Roma ormai appagata. Un solo punto di distacco, una beffa atroce che il patron Callipo sembra aver già digerito, annunciando di puntare nella prossima stagione ad una rapida risalita in A1. Dove l’anno prossimo potrebbe esserci, però, la Famigliulo Corigliano che chiude la regular season perdendo 3-0 (25-20; 25-20; 25-23) contro il Salento Taviano. Il secondo posto in classifica, conquistato in anticipo, vale la prima testa di serie per i play-off che, per Corigliano, inizieranno tra 15 giorni: l’avversario uscirà dal confronto tra Crema e Castellana Grotte. In B1 la Raffaele Lamezia espugna il parquet di Terlizzi, superando 3-1 (26-24; 22-25; 25-18; 26-24) la Fantini Scianatico e ipotecando la salvezza. A tre giornate dalla fine, i giallo-blu hanno due punti di vantaggio sulla quartultima. L’ultimo difficile scoglio è rappresentato dal Gioia del Volley che domenica renderà visita al PalaSparti. Poi la Raffaele chiuderà contro le già retrocesse Lucera e Zagarolo.
Nel basket, in LegaDue, la Viola Reggio Calabria, già in vacanza dopo la salvezza acquisita, rimedia una figuraccia a Sassari nell’ultima trasferta stagionale contro il Banco Sardegna. Finisce 102-85 con 25 punti di Bunn. I reggini chiuderanno il campionato domenica prossima al PalaCalafiore contro Montecatini, prima di iniziare a programmare un futuro che, ad oggi, sembra ancora molto nebuloso. Penultima giornata in B2 e vittoria della speranza per la Stirparo Catanzaro che dilaga contro il fanalino di coda Giulianova (109-81), grazie al solito Cattani autore di 29 punti. Per agganciare i play-off serve però un’impresa: una vittoria domenica prossima sul parquet della capolista Ruvo di Puglia.

Ultimo aggiornamento ( mercoledý, 18 aprile 2007 01:17 )

Top!