lunedý, 18 dicembre 2017 23:26
Advertisement
Home Page arrow Blog arrow 8 Agosto 1956 -8 Agosto 2006: 50 anni della Tragedia di Marcinelle

Menu principale
Home Page
Chi Siamo / Who we are
L'Associazione
Calabria Mondo
Redazione
Per contattarci e per associarsi
Editoriali
Dalla Calabria
Dall'Italia
Dal Mondo
Donne di Calabria
L'Unaie
Blog
Notizie ed Eventi
Consulenza legale
Paesi e bellezze di Calabria
UniversitÓ e ricerca
Indirizzi utili
Ricerca
Amministratore
8 Agosto 1956 -8 Agosto 2006: 50 anni della Tragedia di Marcinelle PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
martedý, 08 agosto 2006 21:37

Per non dimenticare le 262 croci di Marcinelle

 

Cinquant’anni dopo, anche l’Italia ha ricordato i suoi 136 figli che quel tragico giorno persero la vita.                                                                                                                                                                                                                        I rintocchi della campana posta al Bois du Cazier, il giacimento di carbon fossile luogo della tragedia, oggi consacrato alla memoria e sede di un museo, si udiranno in tutto il nostro Paese ed in particolare  nelle dodici regioni dalle quali erano emigrati in Belgio i nostri corregionali: Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli, Lombardia, Marche, Puglia, Sicilia, Toscana, Trentino, Veneto. Il drammatico evento belga rappresenta una ferita ancora viva, ma purtroppo Marcinelle è solo la più eclatante delle tragedie, dopo quella di Monongah in West Virginia del 6 dicembre 1907 che causò un’ecatombe. In dieci anni, dal 1946 al 1956, furono oltre seicento i minatori italiani deceduti nelle miniere belghe a causa di incidenti mortali dovuti sia a crolli che ad esalazioni. Cinquant’anni fa un esplosione, poi la morte. Oggi un minuto di raccoglimento, una preghiera, per non dimenticare i nostri emigrati, per ricordare i drammi dell’emigrazione, per riflettere. Il ricordo per questi figli che l'emigrazione ha strappato alle proprie terre rimane nella memoria di tutti noi.

Per onorare e ricordare i nostri emigranti, il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi nel maggio 2005 decretò, su proposta del ministro dell’Interno, il conferimento della medaglia d’oro al Merito Civile ai 136 minatori italiani morti nella miniera.
La motivazione delle medaglie d’oro recita per sciascuna delle vittime: «Lavoratore emigrato in Belgio, in seguito alla tragica esplosione di gas verificatasi nella miniera di carbone di Marcinelle, rimaneva bloccato, in un pozzo a più di mille metri di profondità, sacrificando la vita ai più nobili ideali di riscatto sociale. Luminosa testimonianza del lavoro e del sacrificio degli italiani all’estero, meritevole del ricordo e dell’unanime riconoscenza della Nazione tutta».

 

Ultimo aggiornamento ( sabato, 18 novembre 2006 19:01 )

Top!